Gli amici

Cavolo! E come faccio qui?! A parlare di amicizia potrei perdermi… all’Encuentro ho scoperto un valore in più, quello proprio del sodalizio. È vero, spesso incontro tanti della nazione fumosa ad eventi e in giro per l’Italia, tra tabaccherie e cene, però a Matelica me li ritrovo tutti insieme e la cosa è straordinaria, perché è inebriante girare tra i tavoli, faticare a salutare Stjep perché stai abbracciando Odolo, mentre Luca Pezzini ti prende a pacche sulle spalle e intanto Nicola si avvicina con il suo sorriso. Baciare Silvia mentre senti la risata di Matteo alle tue spalle e incroci lo sguardo con Milagro è un gioco funambolico. Divento una specie di bambino nel paese dei balocchi con tutti i suoi amici e amiche, pronti a divertirsi, ridere e scherzare fino allo sfinimento.La prima cosa però è stringere forte Francesco, lui e la sua squadra sono il fuoco sacro del rispetto, dell’accoglienza, dell’amicizia…del detto “La mia casa è la tua casa”. Sentirsi cingere dalle braccia virtuali di quell’entità composta da tutto il club Don Alejandro è una sorta di purificazione che ti permette l’accesso a quel meraviglioso Valhalla (perdonatemi se non vado su lidi cattolico/cristiani di più larga fruibilità) che è l’Encuentro.

Tra i tantissimi amici che rivedo (Bertini, Fabrizio, Giuseppe, Gnaffone, Enzo e tanti tanti altri), dall’anno scorso posso annoverare (a titolo strettamente personale e con la possibilità di smentita da parte delle stesse) le senoritas. Queste ragazze mi sono entrate nel cuore, ognuna a modo suo, ognuna con le sue qualità, le sue particolarità e pazzie – oh sì, sono matte e divertenti – che hanno dipinto nella mia testa e nel mio spirito i loro singoli ritratti.

Certo, Ilenia ancora vanta un credito importante con me (che onorerò quest’anno), ma tutte, proprio tutte sono una voce familiare, un punto di riferimento on line e off line che offre tutta propria energia in quei giorni meravigliosamente faticosi.

Vi porterò il mio sorriso migliore, il mio abbraccio più sincero… più degli anni precedenti, perché è così che funziona no? Nell’amicizia si va in crescendo!

di Alex Pietrogiacomi 

Potete leggere altro di lui su:

https://ilbicchierediversodblog.wordpress.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...