MATELICA NEL SANGUE

Ci siamo quasi, tra poco arriverà il tempo dell’Encuentro e già pregusto la sua atmosfera, la sua straordinaria bolla spazio/temporale, il suo essere semplicemente l’ “Appuntamento” che aspetto oramai con l’ansia di un giovincello alla ricerca dell’età adulta.
Una delle cose che mi ha sempre colpito di questo evento incredibile è Matelica, che conoscevo esclusivamente grazie alle ragazze di Hacca Edizioni (per inciso, una casa editrice indipendente che a livello nazionale è tenuta in palmo di mano) e al loro splendido lavoro. Ricordo ancora – sia chiaro sono un giovincello rispetto ai veterani della manifestazione – la prima volta che sono arrivato: accaldato e stanco del viaggio mi ritrovavo immerso in uno strano stato crepuscolare, tra il sonno e la veglia, dove tutto mi sembrava più colorato, più vivo… caraibico, sì ecco, caraibico.

Pensavo fosse semplicemente la mia suggestione, ma più passavano i giorni, i momenti e più mi rendevo conto che questa meravigliosa città aveva una sua “luce” che animava ancora di più tutto il calendario di eventi, tutti i colori di Cuba, tutti i volti.

Di Matelica ho amato l’ospitalità, perché i matelicesi sono conviviali (Dio santo! Io sono Ciociaro e mangiamo veramente di brutto e a Matelica mi sono trovato a dire “Ma quanto mangiate?!” Propongo gemellaggio subito!) e fraternizzano in maniera istantanea. Il cibo, l’ottimo vino, i sorrisi, tutto tiene fede a uno spirito da mano tesa, a quello spirito del “compartir” di cui tanto parliamo.

Ti entra nel sangue, con la sua architettura, con i suoi spazi, non fatico a immaginare quanto possa essere difficile viverla nella sua dimensione di piccola cittadina (sono pur sempre un fiuggino), ma c’è qualcosa in essa che risplende e che merita di essere tenuto vivo tutto l’anno.

L’Encuentro la fa rifulgere e ogni volta che parlo di questa piccola perla, mi dicono, mi brillino gli occhi. Sono pronto quindi a riabbracciarti… sorella di Cuba.

Alex Pietrogiacomi 
Potete leggere altro di lui su:

https://ilbicchierediversoblog.wordpress.com

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...