Premi Lotteria XIII ENCUENTRO AMIGOS DE PARTAGAS EN ITALIA

Pubblichiamo i premi della lotteria non ancora ritirati.

🎁🎁🎁

Per recalmare il premio contattarci via mail a: info@amigosdepartagas.it

Dei responsabili si occuperanno di contattarvi per la validazione della vincita.

Annunci

La festa continua

Dopo il bellissimo appuntamento di ieri sera alle Tenute Colpaola, dove sono stati ringraziati i tanti ospiti internazionali (tra cui Haila e lo chef Battle, insieme ai maestri roneri) oggi continuiamo in piscina con un momento di puro compartir all’insegna del divertimento e della goliardia.

Mentre Luca Pezzini è alle prese con il bel seminario con BIRRA PERONI, i nostri ospiti si rilassano e ascoltano musica oppure osservano gli splendidi prodotti dei nostri sponsor, Antonio Pio Mele, Manto di Monaco, Marchegiani, Tenute Colpaola.

Tutti unici e made in Italy, perché nella nostra filosofia di condivisione vogliamo che il fatto in Italia sia sempre presente e unico garante di qualità.

Vi aspettiamo più tardi per la festa in piscina.

Continuate a seguirci!

Al via con le danze

La prima serata dell’Encuentro è terminata a tarda notte tra balli, sorrisi, l’esibizione del gruppo Caiman e volute fumose che hanno invaso dolcemente il cielo dello splendido relais di Borgo Lanciano.

Durante l’evento l’importante partecipazione dell’Ambasciatore di Cuba in Italia Jose Carlos Rodriguez Ruiz, che si è detto felice di partecipare per la prima volta a questo importantissimo evento internazionale che lega ancora di più l’Italia a Cuba, in un sentimento di reciproca amicizia e collaborazione che nel futuro si consoliderà ancora di più con l’evento matelicese.

Oggi si comincia con i seminari e il programma che sarà certamente impegnativo ma ricco di confronti e spunti culturali.

Alex Pietrogiacomi

“Un nuovo inizio” di Alex Pietrogiacomi

Sono successe molte cose alla mia vita in questi ultimi due anni e soprattutto in quest’ultimo periodo. Arrivo all’Encuentro praticamente senza essermene reso conto se non per averne parlato a destra e a manca per lo straordinario programma che verrà presentato. Ci arrivo anche molto stremato dentro ma contemporaneamente eccitato per la partenza.

Matelica quest’anno per me sarà un momento di grande riflessione oltre che di divertimento, di piacere nell’incontrare amici che non vedo da davvero troppo tempo, nel riascoltare le risate delle Señoritas, nell’abbracciare i compagni d’arme da tutta Italia e nel rivedere Alejandro e tutti gli avventurosi viaggiatori che arriveranno dall’estero.

Ma come dicevo, ci sarà anche la riflessione, il pensiero di quali siano i nuovi inizi. Se mi guardo indietro, l’Encuentro per me ha rappresentato molti step importanti, assolutamente intimi, di passaggio personale, verso qualcosa che mi ha sempre fatto evolvere o cambiare; e ci penso oggi, ci penso mentre scrivo queste righe, che mai come questa XIII edizione sarò completamente avvolto da questo mantello che mi renderà parte integrante dello staff, del compartir ma che allo stesso modo, forse, farà di me qualcosa di invisibile, di “a cavallo tra due mondi”, quello individuale e quello sociale.

Sì, un nuovo inizio, che coincide – la vita e le sue “casualità” – anche con questa nuova direzione dell’Encuentro Amigos de Partagas, del suo crescere in maniera esponenziale e strutturale, perché ormai parliamo di un evento che va fatto conoscere in modo capillare e quest’anno sta prendendo le misure per farlo in un modo stupefacente.

Il grande lavoro di Francesco, Nicola, Sorbe, Ilenia e tutti gli altri si sente e si vede e sta concretizzando un’azione che credo l’anno prossimo sarà sorprendente per la sua attrattiva e levatura. Questa XIII edizione con il food internazionale, con gli ospiti, gli chef, HAILA, è già una una giostra di emozioni in cui immergersi completamente… e non vedo l’ora di essere in quei luoghi che ormai sono diventati familiari, che sono così “casa” per me, per i raminghi come me, che – mai fermi, mai stanziali, mai in pace – in questo viaggio riescono a sentirsi per qualche giorno “immobili”, a posto, sicuri.

Ho sempre parlato dell’aria di festa immensa che si respira in quei giorni, ma sono convinto che ognuno di noi, ad ogni edizione abbia anche il suo momento di pura concentrazione interiore, di “stacco” e che si ritrovi, che si guardi dentro e che grazie al clima bellissimo di amicizia sia ancora più supportato in questo.

13 edizioni. 13 come il giorno in cui è nata mia figlia. 13 come le stelle che fanno parte del mio tatuaggio. Un numero che rappresenta l’Alchimista, il cambiamento.

Ecco, che questa edizione vi porti la consapevolezza che ogni anno abbiamo un porto in cui riposare e ripartire e che tutti i cambiamenti che dovremo affrontare siano davvero necessari a noi e non soltanto agli altri. Che ci portino valore anche se dietro grande fatica.

Ci vediamo a Matelica. Tranquilli il sorriso lo porto sempre e anche gli abbracci.

“Matelica, la mia seconda casa” di Nicola di Nunzio

IMG_20180316_234216_039Oramai ci siamo, mancano pochissimi giorni al XIII Encuentro Amigos de Partagás en Italia e la tensione sale.

Sarà il primo anno in cui ci sarà la mia dolce metà Federica, così potrà vedere con i suoi occhi e soprattutto potrà vivere in prima persona questo favoloso evento.

Questo sarà il mio nono Encuentro Amigos de Partagás en Italia, ho tantissimi bei ricordi nella testa, favolose attività proposte, location da favola e soprattutto, l’aria che si respira durante quella settimana per me è incomparabile.

Le ambitissime e ricercatissime giare sono arrivate e sono andate sold-out quattro mesi fa, un successo consolidato, soprattutto perché è diventato un vero pezzo da collezione, visto che numerosi collezionisti sono alla ricerca delle precedenti giare.

I posti per i seminari che inizieranno nella giornata di giovedì 05 Luglio sono quasi esauriti e quest’anno il sottoscritto è il responsabile dei seminari in programma, un incarico che ho accettato con molto piacere ma che, allo stesso tempo, mi metterà di nuovo alla prova. Il team di lavoro è ben consolidato e sono sicuro che anche quest’anno sarà un grande successo.

Chiara S., Ilenia, Elisa, Chiara I., Elena, Jessica, Federica e Licia formano un favoloso team, ribattezzate nel corso degli anni “Señoritas”. Riescono con la loro gioia e bellezza ad infondere in tutti i partecipanti un clima di festa.

Bruno, Maurizio, Sandro, Giorgio, Neno e Mauro sono favolosi ed instancabili lavoratori, non si fermano un minuto ma non preoccupatevi, riusciamo a divertirci anche noi 😊

Non posso non citare i miei amici: Fabrizio compagno di mille avventure e la “macchina ufficiale dell’Encuentro” da me ribattezzata nel corso degli anni,  Cosimo, Matteo, Alex, Alejandro, Paolo, Ramon e le sue giare, Silvia, Raquel, la China, Cueto, Sandra, Fiorella e tanti altri. Menzionarli tutti è impossibile.

Non mi resta che parlare del Presidente del Cigar Club Don Alejandro Robaina e della Cigar Club Association, Premio Habano Comunicazione 2017 al Festival del Habano 2018 a Cuba, per me semplicemente Francesco. Un vero amico, i cui preziosi consigli mi hanno permesso di crescere in questo favoloso mondo. Grazie di cuore.

Ho lasciato per ultimo un caro amico che non vedo da molti anni, ma è sempre presente nel mio cuore. Ogni anno, quando si avvicinava l’Encuentro, ero felice di vederlo e di passare del tempo con lui, a fumare ottimi sigari che mi regalava con gioia e soprattutto ad ammazzarci dal ridere fino a tarda ora.

Caro Massimo sei nel cuore di tutti noi, grazie di tutto.

A prestissimo.

Nicola di Nunzio

Presentazione Relatori Seminari e Corsi XIII Encuentro Amigos de Partagas en Italia

Quando vedi quello che hai creato crescere e vivere di vita propria, ti accorgi che il tempo è passato e ciò che credevi tuo, invece, è diventato indipendente e di tutti.
Questo è ciò che normalmente accade con i figli, a me è accaduto con l’Encuentro Amigos de Partagás.
L’edizione 2018 si è ormai completamente sganciata dalla struttura e dalle persone che nel 2005 cominciarono a gettare le basi di quello che viene riconosciuto come il secondo Evento sui sigari cubani al mondo.
In un precedente scritto ho parlato dei grandi personaggi che, arrivando da Cuba, renderanno unica questa edizione, Cueto, La China, Yolanda, Juanita, Vichot, Renè, Grecia, Zoe, Felipe Rojas Bruna, Ramon, Rakel, Rolando Salup, Maestro Ronero Julio Enrique Ayan Rial, Alejandro Gonzales, Angel Miranda, Paolo Juncker, lo Chef Luis Ramon Battle: ormai sono parte integrante della famiglia e spesso non ci rendiamo conto che è molto raro vedere tutti questi personaggi in un unico luogo e, soprattutto, poter beneficiare della loro esperienza e cultura.
Ma questa volta voglio ringraziare gli amici italiani, membri di CCA, che ci onoreranno della loro competenza e della loro presenza. Personaggi che hanno fatto la storia della nostra Associazione, membri riconosciuti del mondo dei sigari o dei distillati (degli opinion leader) che, con grande disponibilità, gratuitamente, hanno messo a disposizione la loro esperienza e conoscenza.
Comincio con Silvia Zanovello, il buongiorno di CCA, una donna con grandi capacità comunicative, esperta di sigari e che, da 4 anni, ci aiuta nella conduzione delle serate, presentando con grazia ed eleganza.
Nicola di Nunzio, membro del Direttivo CCA, Responsabile Area Rivista e Tesoreria, esperto di sigari, collezionista, blogger, giornalista, nella Edizione 2018 si occuperà di gestire e coordinare tutti i seminari.
Giuseppe Dussin, Presidente Cigar Club Monselice, anch’esso membro del Direttivo CCA, Responsabile area Corsi, Relatore Corsi, una persona gentile, esperta ed elegante nei modi e nella forma, ci condurrà nel segreto mondo della “Cata Cieca”.
Fabrizio Rovere, Collaboratore Rivista Corsi, Relatore Corsi, la simpatia e la cultura fatte persona, ci entusiasmerà con la sua lezione Entrenamiento Basico, un percorso di conoscenza per neofiti.
Cosimo Attanasi, Presidente del Cigar Club PuroMotivo, Relatore Corsi, esperto di distillati, insieme a Alejandro Gonzales Pollan e al Maestro Ronero Julio, ci aiuterà a comprendere il mondo dei distillati e come godere di questi prodotti eccezionali che verranno presentati in anteprima europea.
Giuseppe Elefante, uno dei massimi Esperti di sigari in Italia, Responsabile Corsi Accademia Habanos, che ci introdurrà nel segreto mondo degli Avana.
Luca Pezzini e Simone Anglani, Catadores e profondi conoscitori di sigari, due personaggi storici nel panorama CCA che, nelle giornate di venerdì e sabato, ci delizieranno con una fantastica degustazione Birra Peroni.
Fabio Ventura, Presidente del Cigar Club Bacco&Tabacco di Civita Castellana, il “Baffo Magico”, chi non conosce i suoi baffi sapientemente arrotolati? Catador, Sommelier, durante le giornate di venerdì e sabato (nel seminario Habanos), ci aiuterà in un abbinamento inedito con Marsala Pellegrino.
Ed infine, Top dei Top, Andrea Vecchione, Presidente Cigar Club Hoyo de Monterrey Napoli, Catador, esperto di sigari, profondo conoscitore del mondo “CUBA”, a lui, alla sua verve e simpatia è affidata la gestione del Seminario Scuola di Torcedor.
Ringrazio questi grandi personaggi per aiutarci nella crescita e realizzazione di una Manifestazione che non è più nostra ma, ormai, rappresenta tutti noi.

Francesco Minetti

PRESIDENTI C.C.A. A CONFRONTO: TESTIMONIANZE e ASPETTATIVE

TESTIMONIANZE:

 

EVANGELISTA PICE

PRESIDENTE TERRA DI BARI CIGAR CLUB

 

1. Qual è l’animo con cui arrivi all’Encuentro?

L’animo con cui arrivo all’Encuentro è lo stesso di un bambino che arriva al luna park. Gioia allegria e curiosità, tanta curiosità di scoprire ogni singola giornata ed ogni singolo evento, di anno in anno sempre ricchi di novità.

2. La prima cosa che fai quando sei in mezzo agli altri?

Di carattere sono sempre schivo e tendo a rimanere in disparte, però questo aspetto con il tempo ha lasciato spazio al calore e alla voglia di condividere la passione  con persone che qualche anno fa non conoscevo o conoscevo solo di fama e ora diventate amiche; quindi la prima cosa che faccio è accendermi un sigaro e riabbracciare gli amici dell’Encuentro.

3. Quale attività o evento preferisci e perché?

L’ENCUENTRO. Sarò ormai alla quarta partecipazione ed è impossibile prediligere una attività o evento ad un altro. Sono tutti unici, contraddistinti dalla propria personalità poiché sapientemente organizzati. E’ un crescendo di qualità con i giusti equilibri fra divertimento e accademia, fra relax e tensione.

4. Quando vai via qual è il tuo primo pensiero ripensando a quei giorni?

Troppo facile rispondere a questa domanda il primo pensiero quando si va via è quello per il prossimo Encuentro. Come Presidente del Terra di Bari Cigar Club, già insignito del premio come club con più presenze nel 2016, avvio la macchina organizzativa per l’anno successivo al fine di accontentare i sempre più numerosi associati che sono stati ammaliati dall’evento matelicese. Far muover circa 20 persone ogni anno non è semplice, ma con il sostegno della segreteria organizzativa del Cigar Club di Matelica diventa sempre più facile. Ormai l’Encuentro fa parte di Noi non se ne può più fare a meno.


FABIO VENTURA

PRESIDENTE BACCO&TABACCO CIGAR CLUB

 

1. Qual è l’animo con cui arrivi all’Encuentro?

Prima di rispondere a questa domanda vorrei sottolineare che per ogni fumatore l’Encuentro rappresenta la Mecca, evento in assoluto più importante e dove tutto da li ha inizio, ormai una consuetudine personalmente dal 2012 piacevolmente vengo in questa bellissima cittadina marchigiana che e Matelica. Personalmente lo stato d’animo e molto complesso un mix tra felicità, euforia, impazienza. Si contano i giorni e le ore per giungere nel vivo della festa magistralmente condotta da i padroni di casa del Cigar Club “Don Alejandro Robaina” il tutto in un meraviglioso clima di amicizia di condivisione e di grande voglia di vedere vecchi amici e di conoscerne di nuovi.

2. La prima cosa che fai quando sei in mezzo agli altri?

Appena arrivo il ritmo si fa ancora più veloce si accende un sigaro e si salutano gli amici di vecchia data, grandi parlate, curiosità, notizie anche al di fuori del mondo del fumo lento,praticamente si parla di tutto sempre e comunque in un clima gioviale e felice anche con un po’ di goliardia e simpatia che accomuna tutti noi fumatori.

3. Quale attività o evento preferisci e perché?

Sarebbe bello farsi tutti gli eventi, ma ahimè il tempo che e il nostro bene più prezioso e sempre tiranno, impegni di lavoro e familiari complicano le nostre passioni allora cerco di fare il possibile nel weekend facendo la cena del venerdì molto informale e divertente con musiche e balli, poi la cena di gala in piazza molto elegante e suggestiva abbinando sempre qualcosa di culturale durante il  pomeriggio in piscina. Molto interessanti sono le degustazioni vintage ed i seminari ogni anno le proposte si arricchiscono sempre più e diciamo che ce n’è per tutti e per tutti i gusti. Definirei “Encuentro” un insieme di eventi nell’evento.

4. Quando vai via qual è il tuo primo pensiero ripensando a quei giorni?

Purtroppo quando si riparte si è pervasi da felicità e malinconia nello stesso tempo ,un sottofondo di impazienza sempre per quel conto alla rovescia che riparte da zero per il prossimo Encuentro, ed un fumosissimo abbraccio a tutti.


STJEPAN MARKULIN

PRESIDENTE CIGAR CLUB AMBROSIANO

 

1. Qual è l’animo con cui arrivi all’Encuentro?

L’Encuentro a Matelica è diventato per me catartico, mi rigenera da un punto di vista sociale. Ogni anno infatti arrivo con un carico di buone aspettative ed attraverso l’incontro con i tanti amici, gli eventi organizzati e lo stesso viaggio in auto, riparto sapendo di aver azzerato tutto. Di nuovo pronto per un altro anno di vita da CCA!

2. La prima cosa che fai quando sei in mezzo agli altri?

La prima cosa è sicuramente quella di abbracciare e salutare più persone possibili, e magari scrutando nuovi volti. L’ Encuentro poi parte come un tagatà, piano prima e poi un vortice di buone fumate ed eventi.

3. Quale attività o evento preferisci e perché?

Qui la risposta è duplice. Non c’è dubbio che da un punto di vista istituzionale, la cena di gala rappresenta tantissimo, come l’incontro con le autorità. L’ attività Invece che preferisco da un punto di vista personale è girare per il paese in festa insieme agli amici.  Del resto tutti gli eventi organizzati sono interessanti, ma avendo partecipato a tanti Encuentri, posso permettermi di godere più della compagnia degli amici, magari saltando qualche degustazione e lasciandola a chi è più “giovane”.

4. Quando vai via qual è il tuo primo pensiero ripensando a quei giorni?

Un po’ l’ho detto rispondendo alla prima domanda. Insieme alla tristezza, perché nessuno vorrebbe che finisse mai, mi porto dietro un bel carico di ottimismo. Magari ripenso a quanto accaduto durante gli eventi ed a cosa potrei fare il prossimo anno. Comunque Matelica non mi abbandona, dal momento che durante l’anno ho modo sia di venirvi a trovare, che di parlare del passato e del futuro Encuentro.


ASPETTATIVE:

 

RENATO CARLO BIANCHI

PRESIDENTE CIGAR CLUB COLLI MORENICI

 

1. Come immagini l’Encuentro?

È la Mecca del nostro mondo associazionistico di Club, l’appuntamento più importante. Lo considero il momento aggregativo più alto che permette di incontrare amici e di conoscerne di nuovi, da tutta Italia e dal mondo, oltre che di dedicarsi alle degustazioni ed ai seminari, peraltro di altissima qualità ed eccellenza.
L’Encuentro, qui a Matelica, rimane per me una manifestazione tra le più importanti d’Europa, ove si sancisce e si suggella l’amicizia tra l’Italia e Cuba

2. Che aspettative personali hai?

Non lo nego, nutro grandi aspettative! Per me che è la prima volta sarà un grandissimo onore essere lì, per questo evento, con un grande Club padrone di casa, peraltro a noi gemellato, e al suo uomo di punta, il Presidente Francesco Minetti, Hombre Habano per l’anno 2017.

3. Quali saranno gli eventi a cui parteciperai e perché?

Sicuramente sarò impegnato venerdì 6 luglio ai seminari con degustazione, alla Escuela de Torceador e alla Fiesta Cubana.
Sabato ripeterò i seminari con degustazione e la Escuela per finire, “alla grande”, con la cena di Gala

4. In poche parole: andrai all’Encuentro perché…

Perché è la manifestazione più importante per gli appassionati del fumo lento, una manifestazione che permette di tenere i contatti con Cuba, di mantenere questo legame con un paese a me molto caro, che conosco da tanti anni e che ho visitato molte volte. Inoltre, durante i vari seminari, immagino che si potranno apprezzare gli abbinamenti con i distillati e vedere i torceador assemblare i sigari dal vivo, oltre a poterci confrontate con estimatori del sigaro di altri paesi.
Credo che partecipare ad un evento di tale portata sia emozionante per chi ama questo splendido mondo, e una occasione per approfondire gli aspetti che ne garantiscono un così grande fascino!

 

 

“Molto più che una festa” di Matteo Tornielli

L’Encuentro Amigos de Partagas, giunto alla sua tredicesima edizione, non si può considerare solo una festa dedicata agli amanti del fumo lento.

Sarebbe riduttivo e, soprattutto, non spiegherebbe il continuo e crescente successo che, ogni anno, si rinnova attorno alla manifestazione matelicese.

Andando un po’ più a fondo e cercando di analizzarne il contenuto appare, a mio modesto parere, una realtà fatta di rapporti umani, di amicizia e di voglia di condividere una passione comune che trova in Matelica il suo punto cruciale ogni anno.

Così, ogni anno ai primi di luglio, ci si ritrova, la scusa, certo, è il sigaro, ma la realtà e fatta di persone che fanno migliaia di kilometri per stare assieme alcuni giorni, trascurano lavoro, famiglie o sacrificano le proprie ferie per passare quei giorni insieme.

Giorni che restano poi impressi nella memoria ed è quasi commovente vedere di anno in anno come, il sabato a notte fonda, dopo la cena di gala, ci si saluti certi che, per molti, l’appuntamento sarà da li ad un anno alla prossima edizione dell’Encuentro.

Come sia stato possibile creare questa alchimia attorno ad un evento, resta un mistero, su tutto il territorio nazionale certo non si sprecano gli eventi di degustazione, le presentazioni di sigari più o meno ricercate, in location più o meno eleganti ed esclusive, eppure la magia che avvolge l’evento di Matelica resta unica.

Sicuramente un grande merito va a tutti i componenti del Cigar Club Don Alejandro Robaina di Matelica che, ogni anno, accolgono la festante invasione che arriva da ogni parte del mondo come solo in una famiglia si fa.

Sicuramente anche la cittadina marchigiana, con il suo fascino antico aiuta a creare quest’alchimia particolare, eppure ancora non basta, non basta a spiegare come davvero sia possibile.

Quindi, non resta che darvi un semplice consiglio, venite a Matelica, toccherete con mano una magia e, sicuramente, ne sarete contagiati, divenendo anche Voi, come migliaia di altri appassionati, il festante popolo che ogni arriva per l’Encuentro.

Matteo Tornielli

L’Avana? Un “barrio” di Matelica!

Nel luglio 2016 definii Matelica con un barrio de L’Avana… quest’anno andando a febbraio al Festival del Habano nella capitale dell’Isla Grande in alcuni momenti ho avuto la sensazione opposta.

28783027_10214873222286264_1744829770179189178_n

Sarà stato per il bellissimo stand allestito alla fiera… sarà stato per il meritatissimo “Premio Habano per la Comunicazione” assegnato al Presidente Minetti… ma l’impressione è stata proprio quella!

E’ pur vero che Francesco Minetti, deus ex machina dell’Encuentro de Partagas en Italia, è oramai un’istituzione nel microcosmo degli appassionati di sigari ma l’interesse per l’evento che si svolge da oramai più di una dozzina d’anni nella cittadina marchigiana credo sia andato al di là di ogni più rosea aspettativa.

Posso vantarmi d’aver scritto per primo che l’Encuentro nelle Marche è sicuramente il più importante evento dedicato ad i Sigari Avana al di fuori di Cuba… ma ora è stato sancito, e non solo a parole, che Matelica è seconda solo al Festival del Habano!

Nei dieci giorni passati a L’Avana tra gli appassionati non si parlava d’altro… Matelica, l’Ambasciata dei Sigari Cubani all’estero!

hombre e massimo
Con la classe che lo contraddistingue Minetti ha – giustamente – dedicato il premio ricevuto al compianto Massimo Di Giovanni ed ai due sodalizi che presiede: la Cigar Club Association ed il Cigar Club Don Alejandro Robaina sottolineando sempre che il merito andava anche a tutti coloro che con il loro operato o con la semplice partecipazione hanno fatto grande l’evento di Matelica.

Essendo stato nominato “Hombre Habano” Francesco Minetti ha attualmente lo scettro del comando… ed allora ” W il Re!”… ci vediamo a Matelica… finalmente manca poco!

 

di Luca Pezzini

Cena di Gala – 07 luglio 2018

Dopo aver illustrato le varie serate del XIII Encuentro Amigos de Partagás en Italia, vi presentiamo la consueta cena di gala che chiude gli intensi quattro giorni dedicati ai sigari habanos, al ron ed altre eccellenze.

La cena di gala come ogni anno si svolgerà nella centralissima Piazza Enrico Mattei nel cuore di Matelica e sarà dedicata alla cucina italocubana, preparata abilmente dagli chef del Marchese del Grillo e da Luis Bartlett Hernandez, abbinata ai vini del Consorzio Vino Chianti e Verdicchio di Matelica.

Nel corso della cena di gala saranno offerti, come di consueto, grandi ron cubani al tavolo e ben tre sigari habanos ad ogni partecipante.

La serata sarà allietata dall’Orchestra Swingmmore, con canzoni del repertorio della musica e dello swing italiano conosciute in tutto il mondo e abilmente diretta da Roberto Polisano.

Per concludere sarà celebrata la ricca lotteria, in cui gli ospiti si contenderanno i numerosi premi messi in palio dagli sponsor.

Ovviamente anche sarà l’occasione per festeggiare il nostro Presidente Francesco Minetti per la nomination ad “Premio Habano 2017”nella categoria “Comunicazione” e sarà esposto il prestigioso premio ricevuto a Cuba lo scorso Febbraio.

Siamo quasi giunti al consueto “soldout”, rimangono ancora pochissimi posti a disposizione e quindi invito gli indecisi ad affrettarsi per aggiudicarsi la possibilità di vivere una bellissima serata in compagnia di grandi amici.

Ci vediamo a Matelica.

Nicola Di Nunzio

Posti limitati, prenotazioni:

http://www.amigosdepartagas.it/it/prenotazioni/eventi